I Bottini a Siena, un museo sotterraneo

01/Marzo/2016

Tutti conoscono Siena come la città del Palio, la piazza del Campo a forma di conchiglia, il Duomo, i suoi musei e la storia, ma non in molti conoscono “le vie dell’acqua” dette “I Bottini”, un percorso di 25 km che si snoda sotto la città vecchia.

Tanti anni fa ho questa bellissima esperienza di visitare i Bottini, e ne sono rimasta affascinata.
Si accede da Fonte Gaia, la fontana che si trova in Piazza del Campo, e mai avrei immaginato di imbattermi in tanta storia e fascino.

I Bottini sono gli antichi acquedotti sotterranei che, ancora oggi, alimentano le fonti storiche di Siena e che, un tempo, rifornivano d’acqua le case dei senesi più abbienti.

Il loro nome, Bottini, deriva dalla forma di volta a botte che veniva data ai soffitti scavando sotto terra ma rappresentano, comunque un tesoro storico e culturale che, recentemente, il Comune di Siena, ha aperto alle visite guidate. Lo scopo dei bottini era quello di raccogliere le acque filtrate nel terreno, nelle vallate e nei campi intorno alla città e convogliarle tramite i gorelli, canali di flusso, sotto il centro urbano per arrivare fino alle fonti pubbliche ma anche alle case private.

All’interno dei bottini lavoravano i bottinieri, dediti al mantenimento dei gorelli, alla pulizia dell’ambiente e al controllo dei “dadi” che erano assegnati a ogni famiglia che poteva permettersi l’acqua in casa; ogni dado corrispondeva alla quantità di flusso d’acqua che era incanalato sotto la casa e, sulla base del numero dei dadi richiesti, si chiedeva il dovuto da pagare.

La visita dei bottini ci fa tornare indietro nella storia e capire molto della città.
Le visite sono su prenotazione basta accedere al seguente link: www.comune.siena.it/La-Citta/Cultura/Strutture-Museali/Bottini.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • Seguici

    Newsletter

    Iscriviti alla nostra newsletter

    Dove
    Siamo

    Consulta la mappa e parti subito per Villa Poggiano.

    Fotogallery

    Guarda tutte le foto di Villa Poggiano

    Ultime
    dal Blog

    I nostri consigli per una vacanza memorabile in Toscana.

    La Fortezza di Montepulciano

    Oggi vi racconto di un altro piccolo gioiello del nostro bellissimo borgo, la Fortezza di Montepulciano, costruita nel 1261 dalla Repubblica di Siena. La fortezza è stata più volte distrutta e ricostruita a causa delle contese su Montepulciano da parte di senesi e fiorentini. Leggi di più

    Il Giubileo del Tempio di San Biagio

    L’imponente tempio di San Biagio compie 500 anni e l’inizio dei festeggiamenti del giubileo è avvenuta con la celebrazione eucaristica della festa di San Biagio. Leggi di più

    Terme, relax, natura e cibo gourmet

    Oggi vi parlo di altri gioielli del nostro territorio dove trascorrere una giornata all'insegna del relax e del buon cibo. Ho abbinato le Terme San Filippo e il ristorante Perillà per vicinanza logistica e perché sono due eccellenze del nostro territorio. Leggi di più

    Villa Poggiano: il giardino e la piscina in stile razionalista

    Qualche cenno storico sulla Villa: l’edificio principale di Villa Poggiano risale al XVII secolo ed è stato costruito da una nobile famiglia Poliziana che usava la villa come tenuta di campagna con annessi svariati ettari di terreni e vigneti. Leggi di più

    Arrivo

    Partenza

    Persone

    Camere

    Villa Poggiano

    Montepulciano - Siena - Tuscany - Hotel

    I Bottini a Siena, un museo sotterraneo

    01/Marzo/2016

    Tutti conoscono Siena come la città del Palio, la piazza del Campo a forma di conchiglia, il Duomo, i suoi musei e la storia, ma non in molti conoscono “le vie dell’acqua” dette “I Bottini”, un percorso di 25 km che si snoda sotto la città vecchia.

    Tanti anni fa ho questa bellissima esperienza di visitare i Bottini, e ne sono rimasta affascinata.
    Si accede da Fonte Gaia, la fontana che si trova in Piazza del Campo, e mai avrei immaginato di imbattermi in tanta storia e fascino.

    I Bottini sono gli antichi acquedotti sotterranei che, ancora oggi, alimentano le fonti storiche di Siena e che, un tempo, rifornivano d’acqua le case dei senesi più abbienti.

    Il loro nome, Bottini, deriva dalla forma di volta a botte che veniva data ai soffitti scavando sotto terra ma rappresentano, comunque un tesoro storico e culturale che, recentemente, il Comune di Siena, ha aperto alle visite guidate. Lo scopo dei bottini era quello di raccogliere le acque filtrate nel terreno, nelle vallate e nei campi intorno alla città e convogliarle tramite i gorelli, canali di flusso, sotto il centro urbano per arrivare fino alle fonti pubbliche ma anche alle case private.

    All’interno dei bottini lavoravano i bottinieri, dediti al mantenimento dei gorelli, alla pulizia dell’ambiente e al controllo dei “dadi” che erano assegnati a ogni famiglia che poteva permettersi l’acqua in casa; ogni dado corrispondeva alla quantità di flusso d’acqua che era incanalato sotto la casa e, sulla base del numero dei dadi richiesti, si chiedeva il dovuto da pagare.

    La visita dei bottini ci fa tornare indietro nella storia e capire molto della città.
    Le visite sono su prenotazione basta accedere al seguente link: www.comune.siena.it/La-Citta/Cultura/Strutture-Museali/Bottini.

    Seguici

    VILLA POGGIANO

    Via di Poggiano, 7 - 53045 Montepulciano
    (Siena) TUSCANY

    Tel. +39 0578 758292 — Fax +39 0578 715635

    info@villapoggiano.it

    Villa Poggiano sas di Savini S.&C
    P.Iva e CF 00389620527
    Rea 112268 - Registro imprese Siena SI/1999/12280

    Privacy Policy
    Chiama Prenota